martedì 24 luglio 2018

Risotto alle ortiche


 Pungìa  la chiamiamo da queste parti l'ortica e subito sembra di avvertire le punture, come  sottili aghi roventi, che questa pianta utricante distibuisce agl'incauti chi si avvicinano troppo.
Eppure, punture a parte, l'ortica, con le sue numerose e anche pregiate varietà, specialmente montane, è una pianta dalle molte caratteristiche apprezzate in erboristeria e in cucina.
Me ne sono  trovata dinanzi una piccola distesa, ieri durante la consueta provvista di acqua sorgiva presso la Fontana delle Mandrie, sul monte Serra.
Un frullo di farfalle variopinte volteggiava tra le foglie verdissime, ristorate dall'abbondante pioggia notturna e mi sono venute in mente curiosità gastronomiche mai soddisfatte.
Con l'aiuto di mio marito e qualche unevitabile puntura, abbiamo raccolto una piccola quantita di tenere foglioline apicali, sufficienti a dare vita a un primo esperimento.
Ecco il risotto alle ortiche trovato in rete, sul versatile sito gastronomico
https://www.buonissimo.org
https://www.buonissimo.org

 con la piccola variante della pancetta a dare un gusto un po' più deciso ad una già molto invitante ricetta vegetariana.


Risotto alle ortiche
Il risotto alle ortiche si prepara tagliando la cipolla a cui uniremo le foglie di ortica ed infine il riso che cuoceremo con il brodo e che dopo qualche minuto di riposo verrà servito con una spolverata di parmigiano. 

Ingredienti
  • Risotto 350 g
  • Ortica 100 g
  • Vino bianco 100 ml
  • Parmigiano 50 g
  • Brodo vegetale q.b.
  • Cipolla rossa 1
  • (Pancetta o guanciale gr. 50 )
  • Burro 20 g
  • Olio di oliva extravergine q.b.
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
Preparazione

  • Affettare la cipolla sottilmente e quindi porla in padella per farla dorare nell'oli (aggiungere facoltativamente una fetta di pancetta o guanciale tagliata a cubetti).
  • Unite le foglie di ortiche  in precedenza sbollentate e scolate, tritate grossolanamente e lasciar insaporire per pochi minuti
  •  Aggiungere quindi quindi il riso e farlo tostare per assorbire il condimento. Unire il vino bianco e dopo averlo fatto sfumare abbassate la fiamma.
  • Aggiungere ora il brodo, mestolo per mestolo, e completate la cottura. Una volta pronto rimuovete dalla fiamma ed unire il formaggio ed il burro regolando di sale e pepe e lasciando mantecare.
  • Dopo aver fatto riposare per qualche minuto il risotto alle ortiche sarà pronto per essere servito caldo con una spolverata di parmigiano grattugiato.

2 commenti:

  1. Quasi tutti gli anni andavamo a raccoglierle per i boschi, ma quest'anno non ho avuto l'occasione e così mi sono persa qualche piatto sfizioso. Buono il tuo risottino, lo mangio con gli occhi !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andree,
      sento che sei una veterana della cucina con le ortiche e spero di avere l'occasione di provare qualche tua ricetta con questa sorprendente pianta selvatica, così comune e un po' bistrattata!
      Saluti cari:-D

      Elimina

collaborazioni