giovedì 16 agosto 2018

Filetto di maiale ai pepi



Il filetto di maiale, per quanto molto più economico, non ha molto da invidiare al più titolato filetto di manzo, protagonista di portate ormai leggendarie, come il filetto alla Rossini o al pepe verde.
Anche il modesto suino ci fornisce un taglio di carne magra e saporita, adatto a piatti giustamente rinomati, come il filetto in crosta, più indicato senza dubbio nella stagione invernale.
In estate può essere apprezzato il filetto ai pepi, di veloce preparazione e di gradevole gusto.

Ingredienti e preparazione:

Il filetto di maiale, affettato ad un’altezza di circa 2 cm, si dispone in una pirofila , cosparso di sale e di diversi tipi di pepe  verde e  rosa, possibilmente facendo aderire alcuni grani alla polpa.
Aromatizzare con filetti di aglio e ciocchette di rosmarino e condir con olio extra vrgine di oliva, nella quantità necessaria alla cottura.
Lasciar marinare in frigo, con il recipiente coperto, per circa 2 ore.
Trascorso questo tempo, porre la pirofila sul  fornello a fuoco  vivo e rosolare i trancetti da tutti i lati ( i pezzi possono anche essere legati con spago da cucina per mantenere la forma rotondeggiante)
Prolungare la cottura per 10 minuti e sfumare con poco vino bianco.
Aggiungere un'emulsione ottenuta con un cucchiaio di farina miscelato con acqua e latte in parti uguali e far ridurre per pochi minuri, servendo poi i trancetti di filetto completati dal loro delicato intingolo.

lunedì 13 agosto 2018

Muffin di verdure al curry




Sempre accolti con entusiasmo e spesso, su richiesta dei miei figli, preparati e spediti in varie momenti di festa con gli amici (sono anche facili da trasportare in un sacchetto di carta, eliminando la noia del vassoio e il rischio di rovinarli, considerando anche la poca dimestichezza dei ragazzi con l'asporto delle cibarie) i muffin sono sempre i benvenuti.
Sono anche molto versatili da presentare in diverse occasioni e il gusto variabile stuzzica la curiosità e l'appetito!

INGREDIENTI PER 12 MUFFINS SALATI:

- 250 gr di farina  manitoba;
- 100 ml di latte ;
- 80 ml di olio di semi;
- 2 cucchiai di formaggio grana grattugiato;
- 2 cucchiai di formaggio pecorino grattugiato;
- 50 gr di edamer
- 3 uova;
- Una bustina di lievito istantaneo per salati
 - sale;
- 1 cipolla piccola;
- 1 carota piccola;
-Una costa di sedano
- Due belle falde di peperone  ( meglio se rosso e giallo, 150 gr circa )
-Una generosa presa di curry

  PREPARAZIONE:
In una padella con un filo d'olio evo far imbiondire la cipolla tritata e aggiungere la carota e il sedano a pezzetti
Pulire il peperone, tagliarlo a dadini piccoli e rosolarli assieme.
Aggiustare di sale e, quasi a fine cottura insaporire con il curry, asciando le verdure piuttosto al dente.
In una ciotola  rompere le uova, unire il latte e l'olio e mescolare i formaggi .
Lavorare con le fruste per amalgamare gl'ingredienti
Versare la farina setacciandola, poco per volta, mescolando all'ultima quantità il lievito e continuando a lavorare con le fruste fino ad ottenere un impasto liscio, omogeneo e senza grumi.
Unire a questo punto le verdure, continuando a mescolare a mano, con movimento rotatorio dal basso verso l'alto.
Versare l'impasto nello stampo per muffins ben imburrato, riempiendo per 3/4 ogni forma e infornare a 180° per 20-25 minuti, fino a che siano ben dorati in superficie.
Lasciare intiepidire e sformare. Servire tiepidi o freddi.
Si possono realizzare anche variando le verdure secondo i gusti e la stagione.

giovedì 2 agosto 2018

Banana's bread


Con le temperature bollenti di questi giorni  e con l'umidità che da queste parti ci regalano  mare, fiume, lago e palude, la frutta e la verdure bisogna rincorrerla, come dico io con un'immagine che già suggerisce affanno e trafelazione.
Il frigo aiuta, ma non è certo l'ideale per alcuni prodotti, come ad esempio le banane.
Le compri "indietro" e, prima di giungere alla giusta maturazione, ecco comparire macchie e striature, sicuro sintomo dell'annerimento molle che troverai sotto la buccia.
A questo punto cade a proposito la ricetta di oggi che prevede l'utilizzo, e quindi il provvidenziale riciclo, di banane troppo "avanti", proprio al limite del tuffo in pattumiera.
Ma la banana così "vissuta" è anche dolcissima e profumata e conserva tutte le sue proprietà nutritive.
Il pane di banana è un dolce un po' sui generis, umido e scuro, ma gradevole da solo e ottimo accompagnato da marmellate, superlativo con il gelato!
La ricetta presentata è il risultato di varie versioni presenti in rete, con qualche aggiustamento personale.
La fonte principale proviene dal noto sito gastronomico
Ingredienti e preparazione
• 3 o 4 banane molto mature
• 250 g di zucchero di canna (200 semolato)
• 250 g di farina "00"
• 60 ml di olio  di semi
    qualche goccia di succo di limone.
­  (Un pizzico di cannella)  
• 3 uova 2
• 125 ml di latte  
• 1 cucchiaino di bicarbonato
• sale
• 1 bustina di lievito per dolci

  • Sbattete le uova con lo zucchero di canna o semolato con l'aiuto di fruste elettriche, ottenendo un composto soffice e spumoso 
  • Preparate la purea di banane schiacciandole con una forchetta e irroratele con qualche goccia di succo di limone, servendovi anche delle fruste per renderela più omogenea.
  •  Aggiungete al composto di uova e zucchero  la purea di banane e il sale.
  •  Continuando a mescolare versate a filo il latte  e l'olio e profumare con un pizzico di cannella
  •  Setacciate insieme farina, lievito e bicarbonato e unitele al composto continuando a mescolare. Proseguite lavorando con la frusta  così da ottenere un impasto liscio e molto soffice.
  • Ungete con una noce di burro uno stampo da plumcake . Versatevi il composto e cuocete in forno già caldo a 220°c fino alla classica spaccatura e poi a 160°c tempo totale di cottura sono 45-50 minuti circa dipenderà dal vostro forno.
  • Fate raffreddate, tagliete il vostro banana bread a fette e servitelo, da solo o arricchito nel modo più adatto secondo se è l'ora della colazione, della merenda o del dessert

collaborazioni