sabato 6 ottobre 2018

Torta con fiocchi di mais e pinoli


Questa torta è omologa dei biscotti realizzati con gli stessi ingredienti e della torta di farina di semola speziata il cui impasto è stato modificato sostituendo metà della semola con la farina "00" e l'altra metà  è stata ottenuta macinando nel mixer i fiocchi di mais.
Con questo composto la torta ha assunto anche all'interno un bel colore dorato e un sapore gradevole e molto caratterizzatocaratterizzato.
L'impasto piuttosto solido ha permesso allo strato di fiocchi di mais, arricchito da una discreta quantità di pinoli, di restare in superficie durante la cottura e di dare alla torta un aspetto invitante  e originale, completato da una spolverataina di zucchero vanigliato.

giovedì 4 ottobre 2018

Torta pere e cioccolato



Torta autunnale per gusto e colori, anche se ho usato le pere cose, varietà estiva per eccellenza, e solo le due pereche mi erano rimaste, che stavano diventando troppo mature.
Quando il nostro paese era ancora prevalentemente agricolo, le pere cosce erano un vanto della produzione estiva dei nostri frutteti.
Molti studenti in vacanza si guadagnavano qualche soldo collaborando alla raccolta delle pere: per loro abituati ai banchi e ai libri l'impegno rappresentava un diversivo non privo di aspetti goliardici, com'è logico!
Poi le cassette venivano trasportate sotto il portico, dove i frutti erano accuratamente scelti e disposti nei contenitori per essere avviati ai mercati più vicini di Lucca edi Viareggio.
La varietà di pere più piccole era invece destinate all'esportazione e all'indusrtia.
Ma la regina dei nosrti frutteti era la pesca, specialmente la qualità a polpa gialla, bella da vedere e buonissima da mangiare, quanto delicata nella lavorazione.
Echi  di un mondo che presto si è trasformato e omologato ai parametri attuali, ma ha lasciato in chi lo ha conosciuto tanti ricordi e qualche rimpianto.

Ingredienti e preparazione.

Per l'impasto ho utilizzato la dose della torta di semola senza le spezie e aumentando la quantità della farina.
Ho cosparso la superficie di cioccolato fondente grattato,disponendo infine gli spicchi di pera, precedentemente lasciati marinare in una bagna di liquore, zucchero e cannella.
Avendo tenuto l'impasto un po' più duro, la decorazione è rimasta in superficie, dando alla torta, dopo la cottura di circa 45 minuti a 180°, quel tipico aspetto autunnale

sabato 29 settembre 2018

Insalata di pasta con pomodorini, tonno e capperi


Primo autunno, cambio di stagione ...e di menu.
Nelle ancora calde giornate settembrine, in famiglia abbiamo continuato con le insalate di pasta fredda.
Questa estate nel nostro territorio abbiamo affrontato un lungo periodo di disagio nella viabilità poichè il Ponte di Pontasserchio è stato chiuso al traffico per urgenti lavori di consolidamento.
Le località, come Vecchiano e Metato, dove mio figlio Lorenzo conduce l'attività della Torneria Meccanica Vecchianese, iniziata da mio marito circa 30 anni fa, si sono "allontanate" di parecchi chilometri, con tempi e percorrenze ovviamente più lunghe.
Divenendo scoveniente il rientro per la pausa pranzo, sono state provvidenziali le insalate di pasta fredda, che a dire il vero fino a questo momento non avevo mai preso in considerazione.
Un po' per far di necessità virtù, un po' perché sono piatti freschi e appetitosi, li abbiamo apprezzati anche per le infinite varianti che possono essere realizzate con tanti ingredienti diversi.
Accorgimenti essenziali sono la cottura della pasta molto al dente, condirla subito con un filo d'olio e rimuoverla durante il raffreddamento per evitare che si formino agglomerati indesiderati.
Quando la pasta è fredda, si può procedere a completare il condimento nel modo prescelto:
Pomodorini, tonno, pesto, capperi, majonese, basilico...
Le mezze maniche di questo post sono state insaporite con tonno, pomodori a cubetti, capperi, basilico tritato: colori e sapori dell'estate che se ne va.

collaborazioni