lunedì 3 agosto 2020

Anicini

Un biscotto semplice e saporito, caratterizzato dall'aroma dell'anice.
Non sapevo che questi biscotti, assai noti anche da noi, fossero una specialità della pasticceria sarda.
L'ho scoperto su
                                              https://www.intavoliamo.it
e ho adottanto la ricetta proposta da quel blog pieno di cose buone, però con dosi dimezzate.
Si tratta di una di quelle preparazioni  semplici che profumano  di antico e di dispensa casalinga.
Sono stati subito festeggiati e ripetuti, come quando un ospite è tanto gradito e atteso che lo si invita a ritornare presto.
La relativa facilità di esecuzione e l'utilizzo di pochi ingredienti invita alla prova: tenere presente che è necessario che l'impasto abbia una buna  consistenza per ottenere il giusto spessore e curare la cottura, il taglio e la  successiva doratura  per un risultato soddisfacente alla vista, al gusto, all'olfatto...un piccolo biscotto appagante per tutti i sensi, che invita a fare il bis.

 Ingredienti e preparazione: 

  • 2 uova;
  • 125 grammi di zucchero
  • 2 cucchiai di liquore
  • 200 grammi di farina "00"
  • 50 gr di strutto morbido
  • 1/2bustina di lievito setacciato
  • 15 gr di semi di anice ( un cucchiaio)
Lavorare le uova con lo zucchero e il liquore, possibilmente con una frusta eleettrica, finché l'impasto non sarà chiaro e spumoso;
 Aggiugere la farina poca per volta e lo strutto morbido e amalgamare bene tutti gli ingredienti; 
Unire il lievito setacciato e infine i semi di anice;
 L'impasto  dovrà risultare omogeneo  e lavorabile per formare 4  sfilatini del diametro di 2 cm. circa;
questi vanno posti nel forno caldo a 180°per 15 minuti su una placca rivestita di carta forno.
Dopo questo tempo si tirano fuori dal forno e si lasciano intiepidire; poi da ogni sfilatino  si ricavano, con un taglio obliquo, dei trancetti  di circa 2 cm di spessore, che avranno la forma tipica dei cantuccini.
 Rimettere i biscotti nel forno, adagiandoli sui due lati per pochi minuti, per farli esciugare e dorare .
Ecco pronti all'assaggio gli  anicini profumati e croccanti.

lunedì 22 giugno 2020

Treccia dolce






Qesta semplice treccia dolce ha bisogno solo di essere preparata con cura e soprattutto di pazienza  per ottenere la giusta lievitazione.
Il risultato compensa l'impegno: la ricetta di questo post fa parte dell'immenso  repertorio reperibile nel  sito

https://ricette.giallozafferano.it
con spiegazioni dettagliate e foto che guidano passo passo tutte le fasi della lavorazione.
Già in cottura il profumo irresistibile preannuncia la delizia  che l'assaggio assaggio confermerà pienamente.


INGREDIENTI
Burro 40 g
Farina 00 300 g
Lievito di birra fresco 25 g (oppure 7 g di lievito di birra disidratato)
Zucchero 50 g
Zucchero  di vaniglia 1 cucchiaio
Scorza di limone 1/2
Sale fino 1 pizzico
Uova piccole 2
Latte intero 80 ml 

            Fare intiepidire il latte quindi versarlo in una ciotolina, unire lo zucchero, aggiungere il       lievito di birra sbriciolato  quindi mescolare il tutto con un cucchiaino.  
Lasciar riposare il composto in un luogo tiepido (per circa 10 minuti) fino a quando compare della schiuma in superficie .
         Versare la farina setacciata in una ciotola, fare un buco nel centro e unire il composto di latte e lievito; aggiungere lo zucchero  di vaniglia e  il burro fuso alla farina                                                       Sbattere le due uova e unirle agli ingredienti nella ciotola  con la scorza grattugiata di mezzo      limone e il sale.
          Amalgamare gli ingredienti  e poi trasferire il composto su di una spianatoia e impastare bene  fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo e lascere lievitare in una ciotola infarinata  coperta da un canovaccio in un ambiente tiepido e privo di correnti d’aria per almeno un’ora. Quando l’impasto avrà raddoppiato il suo volume, disporlo su di una spianatoia  e lavorare per qualche minuto.
Poi dividere l’impasto in tre parti, con ognuna di queste formare un bastoncino e intrecciare i tre bastoncini formando  una treccia saldata alle estremità. 
Disporre la treccia sopra una teglia foderata con carta forno coperta con un canovaccio e lasciarla lievitare per mezz’ora, spennellare con sciroppo di acqua o latte e zucchero o uovo sbattuto e infornare in forno già caldo a 170° per 40 minuti circa (comunque fino a che la superficie sarà ben colorita).




collaborazioni