giovedì 14 settembre 2017

Risotto con i moscardini



Simpatici, i moscardini, con tutte quelle "zampe" e la testolona, parenti stretti dei polpi, ma con una sola fila di ventose sui tentacoli.
E buoni per tante ricette, specialmente i più piccoli e teneri.
Quelli che avevo, surgelati e grossetti, sono diventati ottimi partner per un gustoso risotto di mare, che richiede una cottura abbastanza prolungata e adatta alle dimensioni dei molluschi a mia disposizione,
  • Dopo aver soffritto due spicchi d'aglio tritati, ho bagnato con vino bianco e ho aggiunto qualche cucchiaio di passata di pomodori freschi.
  • A quasto  punto, quando l'intingolo era ancora tiepido, ho aggiunto i moscardini: le teste ridotte ad anelli, la corona dei tentacoli divisa in due, tre pezzi, la parte centrale tagliata in pezzetti più minuti per arricchire il fondo di cottura.
  • Dopo circa 20 minuti, ho aggiunto il riso lasciandolo insaporire per qualche minuto.
  • Poi ho cominciato ad allungare con brodo vegetale ( l'ideale sarebbe un brodo di pesce, ma anche di odori può andare), aggiungendolo quando l'assorbimento lo richiedeva.
  • La cottura del riso si è protratta per 25 minuti circa, quella dei moscardini per 45 in tutto, ma la consistenza e la dimensione dei molluschi possono far variare i tempi.
  • Aggustare di sale, pepe e peperoncino ecospargere con poco prezzemolo tritato poco prima di spengere.
  • A fuoco spento, aggiungere una piccola noce di burro, che ingentilisce il gusto di questo semplice piatto di riso dal sapore di mare.

2 commenti:

  1. Un gustoso risotto, un perfetto piatto unico!!!!

    RispondiElimina
  2. Ciao Simona,
    noiin famiglia siamo tutti fans del riso, cucinato in tutti i modi!I moscardini hanno trovato buonissima accoglienza:-)

    RispondiElimina