giovedì 22 ottobre 2015

Mezze penne con polpettine e rucola


Questo primo piatto è uno dei preferiti in famiglia e, pur  di gustarlo, i miei figli sono anche disposti ad accollarsi la piacevole fatica di formare tutte quelle polpettine, con pazienza e senso della misura, una volta tanto!
Non si sbaglia ad affermare che, come per le  polpette alle zucchine,queste preparazioni sono sempre accolte con entusiasmo da grandi e piccoli e si prestano anche ad utilizzare delle rimanenze, sia di carne, di salumi o di verdure.
Ora che ho sottolineato il plusvalore, secondo me, di questa  ricetta, devo dire che mi piacerebbe citare il suo autore, allora giovane cuoco di un ristorante romano, ma sono passati tanti anni da quando la rivista "Guida Cucina" pubblicò questo piatto unico e non mi basta né la memoria né l'intenzione per rendere merito al suo creatore.

Ingredienti per 4 persone
360 gr di pasta formato mezze penne,
 il fondo di cottura dell'arrosto,
olio  di semi,
olio evo,
mezza cipolla,
4/5 cucchiai di polpa di pomodoro, 
un mazzetto di rucola,
formaggio pecorino grattugiato.

Per le polpettine
200gr di carne macinata ( o avanzi di carne avanzati da altre pietanze,opportunamente tritati )
mollica di pane raffermo bagnata nel latte
 una fetta di mortadella ( o prosciutto cotto)
aglio e prezzemolo tritati
sale e pepe
poco latte
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
2 cucchiai di pane grattato
( + pane grattato misto a farina per impanare)

Preparazione
In una piccola casseruola mettere poco  olio evo ( tenersi bassi con la quantità dell'olio per non avere un eccesso di condimento a piatto ultimato, poiché poi si sommerà al fondo dell'arrosto) e far imbiondire la cipolla; aggiungere la rucola mondata e lavata, tenendone alcune foglie da parte  e farla appassire. Aggiungere la polpa di pomodoro e poca acqua, il sale e far ridurre il sugo per pochi minuti.
Intanto in una terrina riunire la carne e  la mortadella tritate, la mollica zuppata nel latte e strizzata, l'aglio e il prezzemolo tritati, il sale e il pepe, il parmigiano grattugiato  e il pane grattato e amalgamare con cura.
Con l'impasto così ottenuto formare delle polpettine della dimensione di una grossa nocciola e passarle nel pane grattato misto alla farina e poi friggerle leggermente in padella in l'olio di semi e scolarle sulla carta da cucina.
Una volta scolate bene, le polpettine si passano nel fondo di cottura dell'arrosto già riscaldato e si lasciano insaporire qualche minuto. Si aggiunge infine il sugo di pomodoro e rucola, lasciando sobbollire per amalgamare gli ingredienti.
Nel frattempo far bollire una capace pentola con abbondante acqua salata, dove cuoceremo la pasta che, scolata molto al dente, terminerà la cottura nel recipiente con il sugo di rucola e le polpettine.
Mescolare il tutto con molta delicatezza per non rischiare di rompere le polettine e infine, spolverizzare con pecorino grattugiato e guarnire con le foglie di rucola lasciate da parte, che con il calore emaneranno tuttto il loro caratteristico profumo.

Nessun commento:

Posta un commento