gioco con invito

domenica 7 giugno 2015

zucchine al forno ripiene


In famiglia vanno matti per le cose ripiene, ma in realtà l'impazzimento è tutto mio, poiché, pur dilettandomi molto a cucinare, i piatti che comportano il ripieno sono lunghi da preparare e laboriosi, anche se il risultato, come in  molti aspetti di questa nostra vita, compensa l'impegno.
Ma prima di mettermi all'opera per cucinare le zucchine al forno ripiene, ho voluto giocare un po' con la creatività, improvvisando delle sculture vegetali ispirate dai piccoli e lucenti cilindri verdi ottenuti dalle zucchine svuotate con lo scavino, un attrezzino che nella mia cucina lavora solo per questa ricetta, riposando nel cassetto della mestoieria per tutto il resto del tempo.
Queste immagini mi fanno pensare alle Piramidi, a Stonehenge: voi che ne dite??
Dall'alto di questa Piramide di Zucchine, migliaia di secoli di ortaggi vi guardano...
 Adesso è l'ora di mettersi all'opera sul serio, altrimenti stasera non si cena!

Ingredienti e preparazione:

Dopo aver spuntato le zucchine, privarle di parte della polpa praticando un taglio al centro con l'apposito scavino, senza togliere tutto l'interno, per non rischiare di impoverire troppo l'ortaggio.
Si può anche dividere le zucchine a metà, formando delle barchette, che cuoceranno senza essere girate, ovviamente.
Per il ripieno:
carne di manzo macinata,
mortadella
una parte della polpa ricavata dalle zucchine
prezzemolo e aglio tritati
mollica di pane ammollata nel latte e sbriciolata
sale, pepe, noce moscata
pane grattato
parmigiano grattugiato.
Calibrare  la quantità degli ingredienti secondo la dimensione e il numero delle zucchine a disposizione.
 Tritare e amalgamare bene il composto e distribuirlo all'interno delle zucchine ( io utilizzo una siringa per dolci con la bocca più larga), che poi saranno sistemate in una pirofila con 4/5 cucchiai di olio, irrigate con un filo d'olio anche sopra, pepe e sale e cosparse di polpa di pomodoro.
Poiché nella teglia c'era ancora spazio, ho aggiunto barchette di patate, sempre gradite da tutti.
Infornare a 200 °per un'ora circa, aggiungendo un po' d'acqua all'occorrenza.
Buone calde, tiepide, fredde e anche il giorno dopo... se restano.
La polpa  delle zucchine scartata può essere surgelata e impiegata successivamente nel passato di verdura...che è il futuro di una delle minestre più buone della mensa familiare.
Comunque noi qui le zucchine le chiamiamo zucchini.

10 commenti:

  1. Anch'io li chiamo zucchini.

    Ottima e saporita ricetta, Marilena.

    Buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gianna,
      qui si dice che gli zucchini fanno venire il freddo...ma adesso un po' di fresco ci starebbe bene!
      :D

      Elimina
  2. Buonissima ricetta!!! Anche io diverse volte l'ho fatta e ci lecchiamo i baffi! E poi col sugo si può fare una mega scarpetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Luna,
      un piatto tutto sommato leggero...e poi una bella fetta di buon pane casareccio e il gioco è fatto:-)

      Elimina
  3. Wow! Splendida la tua ricetta, complimenti!!!!
    Colgo l’occasione per invitarti al mio nuovo contest: “Creazioni in Kucina”, dove potrai partecipare con ricette etniche, vegetariane o profumatissimi lievitati! Ti lascio il link così dai un’occhiata:
    http://www.kucinadikiara.it/2015/06/crezioni-in-kucina.html
    Un abbraccio,
    Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Kiara per il gradito invito al contest e per la tua adesione al mio blog di ricett, benvenuta tra le parole di contorno:-)

      Elimina
  4. Sìììì, quanto mi piacciono così ripiene, sfiziose e invitanti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao speedy70,
      condivido il tuo entusiasmo, zucchine deliziose:D

      Elimina
  5. Grazie per la ricetta,deve essere un piatto delizioso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Olga,
      un piatto che in famiglia riscuote sempre un grande successo: io lo so e ne preparo in abbondanza!!

      Elimina