gioco con invito

venerdì 27 febbraio 2015

Seppia ripiena al forno



Questo mostro marino adagiato su un fondale di patate è uno dei piatti preferiti in famiglia, proprio per la presenza dei sempre graditi tuberi ed anche  per il ripieno.
Quando qualcosa sa di polpetta, va sempre bene, qui da noi!
Quando la seppia è di grandi  dimensioni qualche volta la cucino in umido nella casseruola e con il sugo si condisce un bel piatto di pasta, sia lunga, come le trenette o gli spaghetti, che corta come le conchiglie, che richiamano anche l'ambiente marino, in sintonia con l'ingrediente principale.
La ricetta dei calamari ripieni, come  quella delle seppie e delle cozze ripiene, nella cucina marinara di casa nostra presentano lo stesso tipo di composto: un ripieno formato con carne  bovina macinata, bieta lessa, mortadella, parmigiano, pane grattato, uovo, sale, pepe, prezzemolo e aglio.
La caratteristica di queste preparazioni sta proprio nel contrasto- armonia tra gli ingredienti di terra abbinati al gusto marino dei molluschi.
Per la seppia al forno, una volta riempita e cucita una seppia di circa 700 gr ( o fermata con l'aiuto di qualche stecchino, l'uovo impedirà comunque la fuoriuscita del contenuto) adagiarla in una pirofila cosparsa di olio,sopra un un trito di cipolla e uno strato di patate tagliate a tocchetti, già cosparse di sale e pepe.
Versare mezzo bicchiere di vino bianco, un filod'olio su tutta la superficie della teglia e completare con poca acqua, da aggiungere se necessario durante la cottura, a 200° per circa 40 minuti, girando  di tanto in tantole patate con cautela e irrorando la seppia con il fondo di cottura.

8 commenti:

  1. Amo il pesce e tutti i frutti di mare, perciò questo piatto sarà una meraviglia !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andre,
      la cucina del mare ha molto fascino...sembra di star in cambusa!!

      Elimina
  2. Mai fatte le seppie così.... da provare, grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...una prova che ti lascerà soddisfatta, spero
      a presto!:-)

      Elimina
  3. Forse in questo modo le mie figlie mangeranno pesce senza rompere, ci provo
    ciao
    MAnu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cia Manu,
      anche con i miei ragazzi devo "contrabbandare " alcuni piatti marinari: patate e ripieno sono un lasciapassare universale:D

      Elimina
  4. Accipicchia, che ricettona! Se già mi avevi conquistato col titolo del blog e il motto, con questa hai decretato il mio destino: diventare subito tua follower!!! Ciao, a presto, dalla tua follower nuova di zecca Cecilia (Frizzi e Pasticci)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cecilia e benvenuta tra le parole di contorno, per le patate ti inviterò a cena, sarebbe un piacere, e ti preparerò la megaseppia al forno!!:D

      Elimina