gioco con invito

venerdì 30 gennaio 2015

Profiteroles




Un dolce della grande pasticceria francese, di bell'effetto e di squisito sapore, armonia tra la pasta beignet, l'intensità del cioccolato e la dolcezza della panna.
Un vantaggio è anche la semplicità nel servirlo, data la sua conformazione.
L'arrivo in tavola del profiteroles, l'invitante montagnola
 ( croquembouche ) di bigné ripieni di panna montata, che dopo una capriola nel cioccolato coprente si vanno a disporre in una grande, dolcissima, irresistibile mora, nappata di panna candida in contrasto con il marrone intenso della cioccolata, è sempre un trionfo per gli occhi e per il gusto.

Ingredienti e preparazione
Mettere al fuoco una casseruolina con
  •  250 cl di acqua,
  •  mezzo cucchiaino di sale, 
  • un cucchiaino di zucchero 
  • 100 gr di burro e portare a ebollizione. Quando bolle mettere, tutta insieme,
  •  200 gr di Farina"00" di Grano tenero 
Fuori dal fuoco, amalgamare con un cucchiaio di legno.
Rimettere per pochi istanti sul fuoco bassissimo, sempre lavorando la farina con il mestolo, finché non si stacca dalle pareti del recipiente, formando una palla elastica ed omogenea.
Togliere dal fuoco e lasciar intiepidire per 5 minuti.
Poi iniziare a rompere nell'impasto le uova , 5 in tutto, di dimensioni medie, amalgamandole una per volta. Per questa operazione è opportuno servirsi di una frusta elettrica.
Quando la pasta è ben amalgamata, lasciar riposare l'impasto per 10 minuti.
Foderare la placca del forno con la carta forno bagnata e strizzata e, con una siringa con la bocchetta grande, formare delle palline a di circa 2 cm di diametro, distanziate tra di loro.
Infornare in forno caldo a 180° per 20/25 minuti, finchè i bigné non saranno dorati e raddoppiati di volume e  risulteranno vuoti all'interno.
Da questa collaudata ricetta per i profiteroles se ne possono ricavare circa 40, di medie dimensioni.
I bigné si possono anche friggere in padella in olio caldo, come veniva fatto per molti dolci  tradizionali.
Poiché la pasta choux (  = cavolo, per la rassomiglianza del bigné vuoto a questo ortaggio) è neutra di sapore, il ripieno può essere fatto anche con preparazioni salate ( insalata russa, gamberetti...) per ottenere stuzzichini sfiziosi per l'antipasto o l'aperitivo.
Tornando al nostro dessert, i bigné riempiti di panna montata con la siringa dovranno essere ricoperti con il cioccolato coprente ( vedi ricetta delle pesche) e poi disposti nella classica forma di montagnola sul vassoio di portata e, a piacere, nappare con altra panna per ottenere un piacevole  effetto  decorativo.
I bigné si possono servira anche come piccola pasticceria monodose, riempiti di panna, crema pasticcera, cioccolato, zabajone o le  altre creme  che preferite.
Si può decorare con la glassa o, per renderli un po' più leggeri, cospargerli di zucchero vanigliato:
si ottiene comunque un dessert bello da vedere e goloso da gustare!

12 commenti:

  1. Che delizia vedono i miei occhi, molto goloso !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Profiteroles ! Basta la parola:D
      Ciao Andree

      Elimina
  2. Quanto mi piace...

    Ho pubblicato la tua poesia sull'inverno, Marilena.

    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, Gianna,
      mi hai fatto una bella sorpresa!:-)

      Elimina
  3. come sono chic i profiteroles, una vera delizia.
    Ciao buon fine settimana!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un dessert che oltre alla bontà ha anche una presenza di bell'effetto!
      buon fine settimana anche a te:D

      Elimina
  4. Bellissimi e buonissimi amo i profiteroles...
    Ti seguo volentieri, un saluto!
    http://2thinkingoutloud3.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao ,
      ti ringrazio per l'apprezzamento e per l'adesione ai lettori: benvenuta tra le parole di contorno:-)

      Elimina
  5. Che delizia ...una vera tentazione ... per la gola ... e l'occhio ... Buona domenica Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie , Stefania, sei sempre di una gentilezza squisita...in linea con i bigné :D

      Elimina
  6. Ma che bontà questi profiteroles ! Voglio riproporli sulla mia tavola in versione gluten free ^__^
    Volevo farti i miei complimenti per il tuo splendido blog al quale mi sono appena unita per non farmi sfuggire alcuna novità culinaria . . . se ti va di passare a dare un 'occhiata alla mia neo pagina mi trovi su scrignodidelizieglutenfree :)
    A presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio per i complimenti, ottima l'idea della versione gluten free e grazie per l'adesione che ricambierò con piacere:-)

      Elimina