gioco con invito

domenica 5 giugno 2016

Zuppa Lombarda

La zuppa lombarda


Questa ricetta ha origine a Firenze durante gli anni della costruzione della Faentina, la linea ferroviaria che collega il capoluogo toscano con Faenza in Emilia Romagna, passando dalla splendida valle del Mugello.
Un piatto veloce da preparare, economico per la povertà degli ingredienti, genuini e di facile reperimento, ma saporito e nutriente: quello che serviva per chi per tutta la giornata era impegnato in un lavoro faticoso.

Ingredienti e Preparazione 
  • Ammollare i fagioli ( preferibilmente cannellini) in acqua fredda per almeno 12 ore
  • Risciacquarli e metterli in una capace pentola  coprendoli con tanta acqua  fredda quanta ne servirà a servire la zuppa in proporzione ai fagioli e ai commensali.
  • Aggiungere 2/3 foglie di salvia e 2 spicchi d'aglio per aromatizzare l'acqua e dare un gusto più gentile.
  • Mettere la pentola sul fuoco e potrare a ebollizione: far cuocere per circa un'ora, controllando la consistenza dei fagioli.
  • Salare a cottura quasi ultimata, per non compromettere la cottura stessa.
  • Porre in ogni scodella due fette spezzate grossolanamente di pane casereccio raffermo e leggermente tostato.
  • Versare sul pane l'acqua di cottura calda( ma non bollente, per non sfibrare il pane), aggiungendo una generosa dose di fagioli lessi, una spolverata di pepe e un bel giro di olio extra vergine.
  La zuppa lombarda è pronta per essere gustata
 in tutta la sua semplice bontà di altri tempi!
per assicurarae agli operai“


16 commenti:

  1. eh come hai ragione! una volta si che faticavano e una zuppa come questa era senza dubbio un vero carburante per il fisico e l'anima :-) buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simo,
      noi l'abbiamo riscoperta di recente.Da bambina la mamma la preparava e ìo non la volevo, perché dicevo che l'olio mi faceva prudere il naso!:-D
      Buona domenica a te egrazie per il follow che ricambierò con piacere:-)

      Elimina
  2. Una zuppa tanto gustosa... e con questo tempaccio ci vorrebbe proprio!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao,
      una zuppa sbrigativa e genuina, con il sapore del tempo passato. In attesa che l'estate arrivi, buona anche a inizio giugno!:-)

      Elimina
  3. Buonissima!! A quest'ora poi .. mi ha fatto venire una fame fatina mia :D
    Buona serata.
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo buona la zuppa lombarda fumante nel piatto, irresistibile!:-)

      Elimina
  4. Una zuppa buonissima, sana e genuina come si preparava una volta, da mangiare tiepida anche in estate.
    Bacione <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gabry
      queste riscoperte sono interessanti in senso gastronomico, ma anche come legame con il passato e con la vita delle generazioni che ci hanno preceduto:-)

      Elimina
  5. Ciao cara amica,una ottima ricetta che io appassionato di zuppe,non conoscevo.
    Ciao,a presto,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fulvio,
      metti la pentola con i cannellini ed gioisci con un piatto povero,ma ottimo, sano e ricco di tradizione!:-)

      Elimina
  6. Ciao, ottima questa zuppa! Arrivo al tuo blog grazie alla festa dell'amicizia di Marina e ti seguirò con piacere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marlin,
      ti ringrazio per il follow.
      Ho appena fatto un giretto nel tuo spazio e mi sono unita anch'io ai tuoi lettori, a presto!:-)

      Elimina
  7. Ciao carissima, anch'io non conoscevo questa zuppa...grazie mille! Io le amo tutte e conoscere piatti nuovi è sempre una bellissima scoperta!
    Un bacione
    unospicchiodimelone!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Irene,
      anch'io sono un'appassionata collezionista di zuppe, più sono ruspanti e meglio è!
      Ricambierò con piacere la tua visita, a presto:-)

      Elimina
  8. Non sapevo avesse questa origine, pensavo fosse un piatto della tradizione contadina pisana, infatti alla fine lo è... a me piace molto, a casa mia si fa anche coi borlotti..e mi ricorda tante tranquille sere della mia infanzia, il caminetto accesso e la mia nonna che la preparava e, soprattutto, il mio nonno tutto contento!
    Grazie per questo post e per la ricetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Serena, anche per me la zuppa lombarda è sinonimo di ricordi infantili e di pentole brontolone di fagioli a bollire!
      Secondo le ricerche in rete l'origine è fiorentina, ma rimane sempre un piatto popolare della nostra Toscana:-)

      Elimina